loader image

La Riserva Naturale Orientata “Grotta della Molara”, situata alla periferia ovest di Palermo, nei pressi di Cruillas, ricade alle pendici del gruppo montuoso di Billiemi per l’esattezza in Contrada Pitrazzi. Il vasto antro, che dà accesso alla grotta vera e propria, è stato utilizzato come riparo per gli animali, oltre che, durante l’ultimo conflitto mondiale, per numerose famiglie che qui trovarono rifugio per difendersi dai bombardamenti. La zona, costituita dai calcari coralligeni del Trias-Giura, appartenente all’Era Mesozoica, è di notevole interesse per i fenomeni carsici che hanno dato origine a tre grotte in cui si rinvengono fossili dell’estinta fauna quaternaria e testimonianze della presenza di popolazioni umane preistoriche. Nell’area circostante la riserva sono presenti i segni di antiche coltivazioni legnose: sparuti esemplari di Olivo, Fico, Mandorlo, Carrubo ed un nucleo di Fichi d’India. Oltre ad alcuni esemplari di Cipresso, sono presenti la Bambagella, la Vulneraria, la Cerinte maggiore, la Calendula dei campi e la spinosa Scarlina. La Riserva è, comunque, caratterizzata dalla presenza di rovo comune, di ferula, di ricino e sommacco. Tra la fauna presente in riserva troviamo esemplari di Martora, Gheppio, Rondine montana, Ramarro occidentale, Istrice, Biacco e diversi esemplari di Lepidotteri e altri insetti. La Riserva naturale è attiva sul territorio grazie a visite guidate con addetti del settore, percorsi esterni alle stanze delle grotte e laboratori didattici, organizzati con le scuole per progetti scientifico-naturalistici.

ItalianEnglishFrenchGermanSpanish
Home
Progetto
Eventi
Location
Account
0
X
X